PREZZI. Benzina, fine settimana con ribassi. Mr Prezzi contro vischiosità

Alcune compagnie sono ancora sopra la soglia di 1,3 euro al litro ma nel complesso il fine settimana è stato caratterizzato dai ribassi sulla rete dei carburanti italiani, dove – informa Quotidiano Energia – sono emerse dopo l’Agip una serie di riduzioni: Api-IP e Total hanno ridotto di 1 centesimo il prezzo di riferimento della benzina, ora a 1,299 euro/litro, e rispettivamente di 1 e 0,9 centesimi quello del diesel, portandosi entrambe a 1,126 euro/litro; Erg ha ritoccato all’ingiù di 0,6 centesimi la sola verde, scendendo a 1,309 euro/litro, mentre Esso ha diminuito di 0,9 centesimi entrambi i prodotti scendendo a 1,295 euro/litro sulla benzina e a 1,123 euro/litro sul diesel. Q8 ha tagliato di 1 centesimo la verde, ora a 1,295 euro/litro, e di 0,5 centesimi il gasolio fino a 1,126 euro/litro, mentre Tamoil ha ribassato i due prodotti rispettivamente di 0,5 e 0,7 centesimi arretrando fino a 1,304 e 1,129 euro/litro.

Intanto si svolgerà fra circa tre settimane il prossimo incontro fra il Garante per la sorveglianza dei prezzi Roberto Sambuco e i rappresentanti delle compagnie petrolifere, dopo la riunione che si è svolta venerdì scorso, nella quale Mr Prezzi ha evidenziato la vischiosità dei prezzi dei carburanti nel recepire le variazioni al ribasso. Il Garante ha infatti evidenziato nell’incontro come "il divario fra i prezzi dei carburanti italiani e la media europea sia in costante aumento. Anche la differenza fra il prezzo italiano e le quotazioni internazionali dei carburanti è in aumento".

Mr Prezzi ha inoltre fatto presente come "ogni mancata riduzione di un centesimo di euro sui prezzi di benzina e gasolio costi agli italiani nove milioni di euro a settimana". La richiesta avanzata: un segnale di inversione del trend dei prezzi che consenta un allineamento più rapido alle quotazioni internazionali. Dalla riunione è emersa la "sostanziale disponibilità delle compagnie alla richiesta del Garante di sviluppare un sistema di osservazione sulla rapidità dell’adeguamento delle variazioni dei prezzi dei carburanti alle corrispondenti variazioni delle quotazioni internazionali dei prodotti finiti", informa una nota del Ministero dello Sviluppo Economico, insieme alla disponibilità a collaborare per pubblicizzare sul sito del Ministero i prezzi dei carburanti praticati dai distributori italiani.

Comments are closed.