PREZZI. Benzina, record da un anno. I commenti dei Consumatori

Il prezzo della benzina continua a salire. Oggi la Shell ha ritoccato il prezzo di 0,5 millesimi, portando il litro di verde a 1,334 euro. Si tratta del valore più alto raggiunto da oltre un anno, quando nella settimana dal 6 al 13 ottobre 2008 la benzina era salita fino a 1,352 euro, per poi scendere a 1,293 in quella successiva.

"Ormai siamo di fronte ad una vera e propria presa in giro!" – dichiarano Rosario Trefiletti ed Elio Lannutti, Presidenti di Federconsumatori e Adusbef che, nel denunciare nuovamente gli aumenti, sollecitano un immediato intervento da parte di chi è preposto al controllo dei costi e dei prezzi dell’intera filiera.

"Torniamo a ribadire, quale misura inderogabile, la necessità di una decretazione d’urgenza che elimini ogni possibile impaccio burocratico (fatta eccezione, ovviamente per le questioni relative alla sicurezza degli impianti) che ostacola l’apertura di stazioni di rifornimento per la benzina presso i punti vendita della grande distribuzione", aggiungono le associazioni indicando in tale operazione il modo per risparmiare anche 9 centesimi al litro di carburante.

Il presidente del CODICI, Ivano Giacomelli, sostiene, invece, che "per riallineare i nostri prezzi all’Europa è quindi necessario dare impulso ad un concreto processo di ristrutturazione . Gli aumenti scattati per il prezzo dei carburanti dei giorni scorsi costeranno cari alle famiglie italiane con esborsi non indifferenti che andranno a colpire in particolare i più poveri . A questi dati, già di per sé sconfortanti, vanno aggiunti anche gli aumenti degli alimentari fortemente condizionati dall’andamento del petrolio a causa del trasporto".

 

Comments are closed.