PREZZI. Bergamo è la città lombarda più economica per la pizza, meccanico, lavanderia e parrucchiere

Per risparmiare, un consumatore lombardo dovrebbe fare i salti mortali e correre da una città all’altra della Regione in senso non solo metaforico. Per riparare l’auto o utilizzare la lavanderia meglio andare a Bergamo, per fare colazione è consigliabile fare un salto a Como, per poi tornare a Milano all’ora di pranzo e concludere la giornata con una cena in pizzeria a Brescia. Per spendere meno dal dentista e dal parrucchiere è consigliabile invece fare un salto a Monza, mentre per l’idraulico si risparmia di più a Cremona.

Lo rileva un’indagine della Camera di Commercio di Monza e Brianza con il coordinamento scientifico di Ref-Ricerche per l’Economia e la Finanza – che ha individuato quattro mini-panieri di beni: colazione e bar, pasto in pizzeria, servizi per la persona e la casa, altri servizi.

Sono stati 86 i punti vendita visitati (10 pizzerie, 20 bar, 10 parrucchieri per uomo, 10 parrucchieri per donna, 11 tra lavasecco e tintorie, sette dentisti, sette gommisti, cinque idraulici, sei parcheggi), oltre 260 le quotazioni di prezzo raccolte con l’indagine che, per la prima volta, ha monitorato, nel comune di Monza, i prezzi di alcune categorie di beni/servizi utilizzati da gran parte dei cittadini: consumazioni al bar e alcuni tipici servizi per la casa e la persona, oltre al classico pasto in pizzeria.

La colazione e il pranzo al bar sono più costosi a Monza rispetto alla media lombarda (+6,3%), e anche relativamente ad alcune città del nord , come Milano, Bologna, Genova e Torino -(+3%). La provincia più economica per il "fuori casa" è quella di Como dove per fare la colazione o pranzare al bar si risparmia ben il 9% rispetto alla media regionale; seguono Brescia (-4,4%) e Milano (-2,4%). Sopra la media Lombarda, ma più economiche di Monza, sono nell’ordine Varese, Cremona e Bergamo, dove fermarsi al bar, costa rispettivamente +5%, +3,7% e +0,8%.

Per il pasto in pizzeria – inteso come pizza margherita, coca cola e coperto – sono convenienti Como (7,63 Euro), Brescia (7,72 Euro), Bergamo (7,88 Euro), e Cremona (8,20 Euro). Monza, con un prezzo medio di 8,42 euro, è in linea con la media lombarda (8,44 euro),mentre sono decisamente più care le altre province.

Per i servizi per la persona e per la casa, Bergamo con – 6,9% rispetto al dato medio regionale, si posiziona prima di Monza (-5,7%), ed è il capoluogo di provincia più economico della Lombardia per il parrucchiere, lavanderia e idraulico. Seguono Brescia e Cremona rispettivamente con -1,8% e -1,7%. A Monza, in particolare costa meno il taglio dei capelli da donna (-8%), la messa in piega (-9%), la lavatura e stiratura della gonna (-2%). In linea con la media regionale invece i servizi "per gli uomini" dal taglio di capelli alla lavatura e stiratura dell’abito. Tra i servizi per la casa si colloca anche il costo dell’idraulico che a Monza risulta attestarsi intorno alle 26 euro all’ora (la media regionale è 28,80).

Gli altri servizi di uso frequente (dentista, riparazione auto, trasporti e parcheggio) sono in media più convenienti a Monza dell’11% rispetto alla media Lombarda. A Monza il dentista per un’otturazione richiede 96.44 Euro, a Milano 117.35 Euro, dato in linea con la media lombarda di 115.90 Euro. A Monza costa di più il parcheggio auto (1, 89 euro per la prima ora), contro il dato medio lombardo di 1,34 euro, mentre è più economico il trasporto urbano per l’autobus 0,90 euro, negli altri capoluoghi di provincia lombardi il costo è di una corsa è di 1 euro, con la sola eccezione di Como dove è di 1,05 euro.

Comments are closed.