PREZZI. CODICI: acqua e succhi di frutta, il prezzo al bar aumenta del 50%

Acqua, succhi di frutta e integratori costano al bar il 50% in più che al supermercato. Esempi? Per acquistare mezzo litro d’acqua al supermercato bastano da 15 a 40 centesimi, al bar si arriva a 1 o 2 euro. Un succo di frutta può costare da 90 centesimi a 1,40 euro al supermercato ma il prezzo sale fino a 3,40 euro se si va al bar. Per un thè si arriva fino a 2,30 euro e per una lattina di cola fino a 1,80 euro. Sono i dati di un recente studio di CODICI che ha monitorato il prezzo delle bibite e l’oscillazione fra supermercati e bar: una forbice che arriva in media, afferma l’associazione, a circa il 50% in più.

Secondo le stime di CODICI, nelle città di Roma, Napoli e Milano, si spendono mediamente, per la pausa pranzo, tra panini, tramezzini, pizza, insalata e bibite, 184 euro al mese. Tenuto conto delle spese per acqua e bibite, stimate in media in 3 euro al giorno, "arriviamo – afferma CODICI – ad una spesa pari a 60 euro al mese che, sommate ai 184 euro della pausa pranzo, diventano 244".

Comments are closed.