PREZZI. Cagliari è la città dove energia e gas costano di più

Cagliari è la città più cara d’Italia, soprattutto per i costi dell’energia elettrica: lo rivela un’indagine promossa dal Ministero dello Sviluppo economico, pubblicata qualche giorno fa, sul costo della cittadinanza in 14 città metropolitane nel 2008 e nel 2009. Prendendo in considerazione una famiglia media composta da due adulti e un figlio con una spesa definita "standard", Cagliari è risultata la città che paga il più elevato costo di cittadinanza, superando di gran lunga città con bacini d’utenza più vasti, come Milano e Torino. Nel "costo di cittadinanza" rientrano voci di spesa quali tributi, imposte, servizi pubblici, asili nido e altri che dipendono in gran parte dal peso contributivo richiesto da ogni comune ai cittadini.

Il dato più allarmante, nell’analisi dei dettagli di costo, è risultato essere il peso dell’energia elettrica e del gas. "Cagliari – spiega in una nota Federconsumatori Sardegna – paga un prezzo troppo alto per la mancata metanizzazione. Un prezzo che le famiglie sarde farebbero volentieri a meno di pagare, considerando che l’aria propanata che consumiamo nelle nostre case costa circa il 20% in più e che il bando di gara per l’affidamento del servizio di distribuzione del gas attualmente è bloccato. Pur differenziandosi per altri aspetti relativamente meno inquietanti – aggiunge Federconsumatori Sardegna – come i costi degli asili nido o per il servizio taxi che risultano più bassi rispetto ad altre città (ma sempre troppo alti per una città non grande né dotata di eccellenti servizi), il pessimo primato del costo di cittadinanza detenuto da Cagliari tra le città metropolitane rimane il dato negativo più evidente".

L’Associazione dei consumatori auspica interventi tempestivi e altrettanto incisivi della Regione per mettere i consumatori al riparo da rincari spropositati dei costi energetici e per contribuire a combattere questo record negativo.

Comments are closed.