PREZZI. Carburanti, Figisc Confcommercio: nei prossimi giorni ribassi di 1,5 eurocent/litro

Per i gestori degli impianti carburanti nei prossimi giorni ci si può attendere una diminuzione dei prezzi di circa 1,5 eurocent/litro, mentre la settimana appena trascorsa si è chiusa decisamente a sfavore dei consumatori. È quanto afferma nel "meteo carburanti" il presidente Figisc Confcommercio Luca Squeri, che sottolinea come nella settimana appena trascorsa siano diminuite le quotazioni del greggio e ci sia stata una flessione internazionale dei prodotti finiti: "Rispetto a questo andamento, il prezzo Italia è, invece, aumentato di +0,004 euro/litro per la benzina e di +0,002 euro/ litro per il gasolio. Lo scarto tra incrementi internazionali ed incrementi nazionali è, dunque, per questa settimana di +0,026 euro/litro per la benzina e di +0,018 euro/litro per il gasolio, importi, cioè, che sono stati scaricati in più sul prezzo Italia con un saldo, dunque, a tutto sfavore per il Consumatore al fine di compensare aumenti internazionali che non sono stati scaricati nelle scorse settimane".

Per i prossimi giorni, Squeri prevede una diminuzione dei prezzi: "Il cambio con il dollaro ha avuto un recupero, le chiusure delle ultime sessioni del Platt’s hanno fatto registrare diminuzioni nell’ordine di 0,010-0,015 euro/litro a seconda del prodotto, l’industria petrolifera ha recuperato sul margine i maggiori costi dei prodotti lavorati delle settimane pregresse: ci si può attendere, pertanto, per i prossimi giorni una diminuzione dei prezzi di circa 1,5 eurocent/litro".

Comments are closed.