PREZZI. Carburanti, aggiornamento settimanale. Adoc: non risolve. UNC: liberalizzare il settore

Ieri dal Ministero dello Sviluppo Economico è arrivata la proposta di aggiornare ogni settimana il listino dei prezzi dei carburanti. L’Adoc giudica interessante ma non risolutiva la proposta e si dice pronta al confronto con i petrolieri sui costi dei carburanti se verrà svolto senza pregiudiziali. "Bene la proposta del Ministro Scajola sulla revisione settimanale dei prezzi dei carburanti, ma non risolve definitivamente l’anomalia dei costi di benzina e gasolio – dichiara Carlo Pileri, Presidente dell’Adoc – anomalia che rappresenta un problema non solo al momento del pieno di un’auto ma soprattutto per i riflessi sui costi di altri settori, dal riscaldamento delle serre ai camionisti agli alimentari".

"Se il Governo intende invertire la tendenza – aggiunge Pileri – favorire il riequilibrio dei prezzi e la capacità d’acquisto dei redditi è necessario affrontare concretamente il problema della diminuzione dei prezzi dei carburanti e porre in essere interventi che equilibrino la forbice tra aumenti e ribassi di benzina e gasolio derivanti dalle oscillazioni del costo del barile. Se si manifesta la volontà di giungere ad una soluzione siamo pronti a confrontarci apertamente con i petrolieri. Sempre che ci si sieda al tavolo senza alcuna pregiudiziale".

Un commento arriva anche dall’Unione Nazionale Consumatori. "Per tenere sotto controllo l’andamento del prezzo del carburante è bene considerare tutte le opzioni possibili: l’ipotesi di aggiornare il listino dei prezzi con cadenza settimanale è da prendere in considerazione, magari verificandone l’efficacia con un periodo di sperimentazione".

E’ quanto dichiara Massimiliano Dona, Segretario generale dell’UNC, il quale propone che la proposta avanzata dal Ministero dello Sviluppo Economico sia al centro dell’incontro tra le Associazioni dei consumatori e l’Unione Petrolifera previsto per il prossimo 17 dicembre. "Una soluzione – conclude Dona – per tenere sotto controllo i prezzi deve essere necessariamente trovata anche con la liberalizzazione dell’intero settore dei carburanti".

Comments are closed.