PREZZI. Carburanti, da mezzanotte al via taglio fiscale di 2 centesimi

Da questa sera a mezzanotte e fino al 30 aprile 2008, gli automobilisti potranno usufruire di una diminuzione della componente fiscale di 2 centesimi per ogni litro di benzina e di gasolio e per ogni kilogrammo di Gpl. Lo rende noto il ministero dello Sviluppo economico che aveva dato il via libera al provvedimento lo scorso 7 marzo. Domani verrà infatti pubblicato in Gazzetta Ufficiale il decreto ministeriale che, in attuazione di quanto previsto dall’articolo 1 della Finanziaria (art. 1, commi da 290 a 294), ridetermina le aliquote di accisa sui prodotti energetici in funzione delle variazioni del prezzo internazionale.

In particolare, il provvedimento prevede un meccanismo compensativo che può essere utilizzato quando il prezzo medio del petrolio supera di 2 punti percentuali quello indicato nel documento di programmazione economica e finanziaria, espresso in euro. Il decreto, inoltre, azzera l’accisa sul gas naturale per autotrazione.

"Il governo – ha commentato il ministro dello Sviluppo economico Pier Luigi Bersani – conferma il proprio impegno a non far cointeressare lo Stato agli aumenti del carburante. Un’attenta azione di monitoraggio su eventuali scostamenti dalla media del prezzo europeo – assicura il ministro -proseguirà per evitare che alle tensioni del prezzo possano aggiungersi comportamenti speculativi. Resta urgente – rimarca Bersani – riprendere le norme di riforma della distribuzione dei carburanti contenute nella cosiddetta terza lenzuolata rimasta ferma al Senato".

 

Comments are closed.