PREZZI. Caro pane, CODICI: la rosetta aumenta del 20% in 3 mesi

Pane alle stelle. In soli tre mesi le rosette sono aumentate del 20%. E’ quanto ha rilevato l’Osservatorio CODICI in un’indagine sui prezzi del pane nel periodo tra novembre 2007 e gennaio- febbraio 2008. Lo riferisce l’associazione dei consumatori in un comunicato.

La rosetta è d’oro a Milano, dove, per acquistare un chilo del rinomato pane, occorre pagare 5,58 euro. Cara anche Roma e in alcune zone del Sud, in particolare, la Puglia dove il prezzo del pane continua ad aumentare in media del 2 % in tre mesi . Gli aumenti colpiscono anche altre tipologie di pane come il casareccio (+3%) e il pane di grano duro (+1,6%). "E’ facile pensare – ha commentato CODICI – che, se la tendenza continua ad essere questa, si possa verificare un aumento del pane di circa il 20 per cento in un anno".

Secondo CODICI, in seguito alla normativa sulle liberalizzazioni, il settore della panificazione avrebbe dovuto godere di una maggiore concorrenza sia per quanto riguarda i prezzi che la qualità del pane. "Se questa continuerà ad essere la tendenza – ha dichiara il segretario nazionale del CODICI, Ivano Giacomelli – andremo incontro ad un continuo calo del consumo del pane che diventerà sempre di più un cibo di lusso".

"E’ inammissibile – ha commentato la Responsabile Agroalimentare CODICI, Valentina Coppola – che si continuino a verificare tali aumenti. Il pane è alla base dell’alimentazione mediterranea ed è spesso un alimento essenziale nella dieta degli anziani, soprattutto le rosette. Pertanto, il CODICI consiglia ai consumatori che vogliono risparmiare, non rinunciando ad una sana e completa alimentazione, di acquistare il pane presso i grandi supermercati, dove è stato riscontrato un prezzo più basso".

Comments are closed.