PREZZI. Carovita, le mosse del Governo

Si è tenuta nel pomeriggio di ieri presso il Ministero dello sviluppo economico la riunione di istituzione del Tavolo permanente di confronto sul mercato petrolifero presieduto dal Ministro Claudio Scajola. Il Tavolo nasce dall’esigenza di trovare, attraverso il confronto con gli operatori e le categorie interessate, soluzioni in grado di incidere sulla struttura del settore e ridurre la distanza del costo industriale dei prodotti petroliferi tra l’Italia e gli altri paesi europei.

Tra le prime azioni in programma il provvedimento di legge per rimuovere alcuni vincoli commerciali all’apertura di nuovi e la nuova metodologia di analisi dell’andamento dei prezzi e del confronto con i 15 paesi dell’area euro, che tenga conto anche delle promozioni e delle offerte commerciali di benzina e gasolio.

Al Tavolo sono stati chiamati a partecipare tutti i soggetti del settore, le Regioni e le Associazioni dei consumatori.

L’andamento dei prezzi interni, in larga parte determinato dal costo internazionaledel petrolio, può essere contenuto da una maggiore efficienza del sistema e da una maggiore libertà di iniziativa, finalità che il Ministro si impegna a promuovere.

Intanto, sul fronte del caro prezzi "alimentare", il ministro del Lavoro, Maurizio Sacconi, ha annunciato ieri una serie di iniziative dirette ad arginare il problema. In primis, il Ministro ipotizza entro fine luglio intese e "forme di convenzione" con la grande distribuzione, supermercati e centri commerciali.

 

Comments are closed.