PREZZI. Casper: italiani penalizzati per potere di acquisto

Le classifiche internazionali confermano che gli italiani sono penalizzati sul versante del potere d’acquisto. È quanto afferma il Casper – Comitato contro le speculazioni e per il risparmio, di cui fanno parte le associazioni Adoc, Codacons, Movimento Difesa del Cittadino e Unione Nazionale Consumatori, a commento dello studio realizzato dalla banca svizzera Ubs che ha analizzato il livello di prezzi e salari in 73 città del mondo.

Le città più care sono Oslo, Zurigo e Ginevra. Roma si piazza al 24° posto, Milano al 37°. Se si guarda però al potere di acquisto, la classifica vede ai primi tre posti Zurigo, Sydney e Miami. Se si considera appunto la combinazione fra prezzi e salari, Roma scende al 41° e Milano al 27°.

Commenta Casper: "Proprio nella classifica sulla capacità di acquisto dei cittadini, Roma si piazza al 41° posto dietro a Mosca, Johannesburg, Lubiana, Taipei, Atene o Nicosia, mentre Milano si piazza solo al 27° posto. Lo studio attesta la grave situazione economica in cui versano i cittadini di tutta Italia, alle prese con prezzi e tariffe in costante crescita e salari insufficienti a garantire un degno tenore di vita – spiega il Casper – La conseguenza è che gli italiani risultano fortemente penalizzati rispetto agli abitanti di altre nazioni, e sempre più numerose sono le famiglie che, a causa di tale stato di cose, entrano o si avvicinano alla fascia di povertà e si indebitano pericolosamente".

Comments are closed.