PREZZI. Codici: tazzine di caffè “bollenti”, le più care a Ravenna, Bolzano e Roma

Quanto costa un caffè al bar? La domanda non è scontata perché, anche per la bevanda più popolare d’Italia, i prezzi non sono tutti uguali. E le differenze non passano solo fra il centro e la periferia di qualunque città, ma anche fra città e città del Belpaese. Col risultato che un caffè può costare un euro a Ravenna o 72 centesimi a Caserta. Sempre che non si sia un turista in gita in qualche bar di Roma, dove può capitare di vedersi staccare uno scontrino pari a 4 euro e 50 centesimi a tazzina.

L’Osservatorio Prezzi dell’associazione Codici ha stilato la mappa dei costi di una tazzina di caffè nei bar delle città italiane: Ravenna risulta la città più cara, Reggio Calabria e Caserta sono le città più economiche con 72 centesimi in media. "Le città nelle quali la tazzina raggiunge l’euro, oltre a Ravenna e Bolzano – spiega Codici – sono Belluno, Piacenza, Bologna, Roma, Rimini, Rovigo, Cremona, Ferrara, Torino, Trento, Forlì e La Spezia. Molte città del sud Italia, invece, applicano prezzi più accettabili: si va, infatti, dai 0,72 € ai 0,73 € di Bari, 0,76 € di Campobasso, 0,78 € di Potenza, Caserta e l’Aquila, 0,81 € di Ascoli Piceno e 0,82 € di Palermo e Napoli".

Si tratta di prezzi medi. "Non mancano casi incredibili in cui bere una tazzina di caffè arriva a costare anche 4,50 euro – ricorda l’associazione – E’ quanto accaduto a Roma, la segnalazione è di due turisti che per due tazzine di caffè, consumati al banco in un bar di Roma, hanno speso, loro malgrado, 9 euro".

Comments are closed.