PREZZI. Confcommercio, audizione alla Camera: “Serve un Patto per la produttività”

"La nostra Confederazione si dichiara disponibile ad un confronto costruttivo con gli altri attori della filiera al fine di verificare la possibilità di raggiungere non un "Patto sui prezzi", di nessun interesse per i consumatori, bensì un "Patto per la produttività" che, al contrario, ben attiene al tema generale del rilancio dell’economia del nostro Paese": è quanto ha dichiarato Confcommercio nel corso di un’audizione presso la Commissione Agricoltura della Camera, che si è svolta oggi insieme alle altre associazioni di settore sull’andamento dei prezzi nel settore agroalimentare.

Per Confcommercio serve "una qualità di filiera per garantire sicurezza, rintracciabilità, igiene e qualità dei prodotti, innovazione lungo la catena del valore, servizio di trasformazione industriale ed artigianale, servizio commerciale, valorizzazione delle economie di scala e di aggregazione per i sistemi delle piccole imprese operanti in contesti omogenei come i distretti o le reti d’impresa".

Per la Confederazione, che si è soffermata sui margini di guadagno, se si considerano gli aiuti indiretti all’agricoltura, i redditi dei lavoratori e le imposte dirette, per ogni euro speso dal consumatore per prodotti alimentari "si ottiene un risultato netto di gestione pari a circa 10 centesimi su un euro per venduto per i non trasformati e meno di 8 centesimi per i trasformati".

Comments are closed.