PREZZI. Contatori gas, i consumatori chiedono a Eni verifiche nel Sannio

Verificare e controllare a campione un certo numero di contatori, soprattutto i più vetusti; concordare la gratuità delle verifiche e dei controlli; attuare tale verifica e controllo in presenza di un contraddittorio, cioè con tecnici terzi o indicati dall’associazione dei consumatori. Queste le azioni che le associazioni Movimento Difesa del Cittadino, Lega Consumatori e Federconsumatori chiedono all’Eni spa divisione gas & Power, che ha acquisito la Napoletanagas clienti; società che eroga il metano a Benevento. "Le richieste – sottolinea Francesco Luongo responsabile provinciale dell’MDC- sono necessarie dopo lo scandalo dei contatori che misurano l’aria al posto del gas, scoperto dopo alcuni controlli dell’autorità per l’energia e della Procura della repubblica di Milano".

In ogni caso le associazioni invitano gli utenti che rilevano consumi sospetti a segnalarli al numero verde dell’azienda 800-900-700 o alla e-mail: benevento@mdc.it, contestando immediatamente tutte le fatture non rispondenti ai propri consumi abituali, dopo una verifica del contatore che, se vetusto, che deve essere senza oneri. Si stimano circa 5 milioni di contatori in Italia che hanno ancora le membrane naturali, ossia membrane che dopo alcuni anni perdono elasticità, e registrano consumi "fantasma" con uno sfasamento tra il 6% ed il 10% rispetto quelli effettivi. Negli ultimi anni le bollette sarebbero lievitate a livello nazionale per un presunto rincaro ”illecito” che in media si aggirerebbe intorno al 10%, per una stima di 500 mila metri cubi di gas pagati, ma mai erogati.

Comments are closed.