PREZZI. Coop e associazioni consumatori fanno il punto sul blocco dei prezzi in Umbria

Coop Centro Italia e le associazioni dei consumatori hanno fatto il punto stamattina sugli effetti del blocco dei prezzi operati su oltre 1000 prodotti a marchio Coop di largo consumo sulle famigle umbre. Il Bilancio? "Positivo". Lo riferisce in un comunicato il Consorzio nazionale delle cooperative di consumo (Coop).

"Siamo riusciti a far risparmiare circa 160 euro a famiglia sia negli acquisti dei generi alimentari che extra alimentari". Così il Presidente di Coop Centro Italia, Giorgio Raggi che ha specificato che "per assicurare questa convenienza Coop ha investito circa 19,5 milioni di euro".
In rappresentanza delle associazioni del consumatori erano presenti all’incontro di questa mattina Salvatore Lombardi e Simona Garone per Confconsumatori, Angelo Garofalo per l’Adoc e Damiano Marinelli per la Lega Consumatori.

Proseguendo sulla linea del 2007, la Coop ha dichiarato che per il 2008 " manterrà i prezzi più bassi di tutta la distribuzione moderna". "Questo a fronte – ha spiegato Amministratore Delegato al Commerciale di Coop Centro Italia, Antonio Bomarsi – di richieste di aumento all’acquisto che vanno dal + 4% al + 35%. Riusciremo ad essere i più conveniente contenendo di circa il 50% le richieste e trasferendo tali aumenti solo in parte su prezzi di vendita. A questa fondamentale azione si aggiungeranno significativi investimenti in convenienza per i Soci e Consumatori stimabili in circa 30 milioni di euro".

Un nuovo incontro tra Coop ed associazioni dei consumatori è previsto per il mese di giugno 2008.

Comments are closed.