PREZZI. Dal campo alla tavola prezzi gonfiati del 200%, UNC: più impegno per filiera corta

Dal campo alla tavola "il ricarico totale" per i prodotti dell’orto-frutta è mediamente del 200%. E’ quanto emerge dall’analisi di Banca Italia nel suo Quadro di sintesi del Bollettino statistico che sottolinea come il dito sia da puntare contro una filiera lunga e un po’ macchinosa, e una struttura dei mercati ortofrutticoli all’ingrosso vecchia e mal funzionante. I commercianti si impegnino per la filiera corta. Così il Segretario generale dell’Unione Nazionale Consumatori (UNC), Massimiliano Dona commentando i risultati della ricerca di Bankitalia. Lo riferisce UNC in una nota.

"Contro l’eccessiva frammentazione della rete distributiva – ha detto Dona – e la presenza dei troppi operatori che vogliono lucrare sulle spalle dei cittadini è necessario che i produttori ed i commercianti onesti si organizzino congiuntamente per accorciare la filiera".
Secondo il Segretario generale di UNC lo studio di Bankitalia non ha fatto altro che confermare quanto da l’associazione ha ribadito più volte negli ultimi anni sulla presenza di troppi intermediari nella filiera produttiva.

"Siamo stanchi – ha concluso Dona – delle solite recriminazioni sollevate dai commercianti sui costi del carburante, sulla pressione fiscale, sulle carenze infrastrutturali, che certamente hanno una rilevanza, ma spesso sono soltanto un alibi, come dimostra il loro rifiuto di inserire in etichetta il doppio prezzo di produzione e di vendita: l’unica via per consentire a chi fa la spesa di smascherare finalmente gli approfittatori".

Comments are closed.