PREZZI. Eurostat, inflazione a marzo 2009: 0,6% nell’area euro e 1,3% nell’Ue

Confermate le stime flash dell’Eurostat sul tasso di inflazione dell’Europa nel mese di marzo 2009: l’area euro ha registrato uno 0,6% e l’intera Ue l’1,3%. In un mese dunque l’indice dei prezzi è calato di oltre mezzo punto percentuale, e rispetto a marzo 2008 il calo è ancor più significativo: di 3 punti percentuali per l’area euro e del 2,5% per l’Ue.

Tra i dati pubblicato oggi dall’Eurostat spicca quello del Lussemburgo, dove l’inflazione è stata dello 0,3%, seguito dal Portogallo (0,6%) e dall’Irlanda (0,7%). I valori più alti sono stati registrati in Lettonia (7,9%), Lituania (7,4%) e Romania (6,7%). L’Italia ha registrato un’inflazione dell’1,1%.

Sono state le bevande alcoliche e il tabacco a subire il tasso inflattivo su base annuale più elevato, pari al 3,4%, ma anche gli hotel e i ristoranti (2,2%). I trasporti, invece, hanno registrato un tasso inflattivo al negativo (-4,3%), come anche le comunicazioni (-1,8%). Il tasso di inflazione mensile più forte è stato registrato dagli articoli di abbigliamento (7,5%) mentre svago e cultura hanno osservato un valore negativo (-0,4%).

Per saperne di più cliccare qui

Comments are closed.