PREZZI. Farmaci, Federconsumatori: “No a strumentalizzazione contro liberalizzazioni”

Continuano a far discutere i risultati dell’inchiesta di Altroconsumo sul prezzo dei farmaci da banco, che denuncia rincari e forti oscillazioni da un punto vendita all’altro. Sull’indagine – che ha sollevato l’attenzione di Mr Prezzi e la reazione di Federfarma – arriva anche il commento di Federconsumatori, che dice "no" a strumentalizzazioni che mettano in discussione i risultati delle liberalizzazioni in campo farmaceutico.

"Non avevamo dubbi che sarebbero stati strumentalizzati i dati emersi dalla ricerca di Altroconsumo – afferma infatti l’associazione – Strumentalizzazione tesa a screditare e mettere in discussione l’importante ruolo svolto sul territorio dalle parafarmacie e dai corner all’interno della grande distribuzione". Invece, sottolinea il vicepresidente dell’associazione Rita Battaglia, "le liberalizzazioni in campo farmaceutico hanno rappresentato un passo estremamente importante, da portare avanti con forza e determinazione".

L’associazione sintetizza così i risultati delle liberalizzazioni: hanno ampliato la disponibilità di punti vendita, consentito risparmi consistenti sui farmaci da banco, introdotto elementi di competitività nel lavoro delle farmacie, aumentato l’occupazione.

Comments are closed.