PREZZI. Ferragosto 2007: il lusso della tintarella

Ferragosto al mare: quanto costa il lusso di sdraiarsi al sole? In albergo la spesa media settimanale per due persone, nei comuni marittimi italiani, nel periodo che andrà dall’11 al 18 agosto 2007 e con pensione completa, sarà di 1.288 euro con un aumento del 7,6% rispetto allo scorso anno ma con variazioni significative se ci si sposta dal Nord Italia al Sud e alle Isole, complessivamente più care. Nei campeggi si andrà da una spesa media, per due persone nella settimana di Ferragosto, di 239 euro in tenda a 246 euro in camper. Mentre in appartamento la spesa media settimanale sarà di 801 euro ma con significative differenze fra Nord e Sud/Isole. È quanto emerge dalla "Seconda indagine nazionale sui prezzi rilevati nei siti web degli alberghi e delle strutture turistiche nelle località balneari italiane", realizzata dall’Osservatorio nazionale sul turismo di Federconsumatori.

La ricerca analizza i prezzi praticati, nella settimana di Ferragosto, da alberghi e strutture turistico-ricettive delle località balneari italiane con l’obiettivo di contribuire a stimare una quota della spesa a carico delle famiglie italiane per le vacanze estive 2007. I prezzi sono stati costruiti partendo dai dati tariffari dichiarati dai siti web delle strutture ricettive: "Risulta sempre più diffuso – commenta lo studio – l’utilizzo di Internet per raccogliere informazioni, per comparare i prezzi delle singole località e dei differenti prodotti, anche quelli più di nicchia, per poi prenotare autonomamente la struttura turistica desiderata". I prezzi considerati riguardano il periodo di "altissima stagione" (dall’11 al 18 agosto) e sono suddivisi fra alberghi, campeggi e appartamenti. "Continueremo a fare queste ricerche – ha commentato Rosario Trefiletti, presidente nazionale Federconsumatori – Dal prossimo anno faremo anche una comparazione sui Paesi che si affacciano sul Mediterraneo. Siamo preoccupati che si possano perdere gradini nella scala dell’utilizzo dei nostri servizi turistici nel turismo internazionale. C’è un miglioramento di qualità dei servizi ma questo non giustifica l’aumento dei prezzi".

ALBERGHI. La ricerca ha costruito un primo campione di 1.535 strutture per l’analisi dei prezzi relativi agli alberghi (nel 2006 era di 924). A livello nazionale, la tariffa alberghiera media pro capite (2, 3, 4 stelle), in camera doppia, per un trattamento di pensione completa, con permanenza minima di tre giorni, è di 92 euro al giorno. La cifra però è una media fra valori più contenuti registrati nelle strutture del nord Italia (una media di 70 euro al giorno) e i 132 euro al giorno stimati invece negli alberghi delle località balneari del Sud e delle Isole. Così lo stesso prezzo può variare dai 65 euro al giorno dell’Emilia Romagna ai 158 euro al giorno della Sardegna. Complessivamente, a livello nazionale, i prezzi aumentano del 7,6% rispetto al 2006. Al Nord, con una spesa media di 70 euro al giorno, l’aumento è del 3,1%. Al Centro Italia, con una spesa media di 97 euro, l’aumento è del 5,4%. Mentre al Sud e nelle Isole i prezzi sono più alti (spesa media giornaliera di 132 euro) e più alto è anche l’aumento percentuale: più 10,6% rispetto al 2006.

CAMPEGGI. I prezzi sono stati rilevati considerando il prezzo per il pernottamento di un adulto, il prezzo di affitto di una piazzola per camper e il prezzo di affitto per una piazzola per tenda in grado di ospitare almeno tre persone. Le tariffe in questo caso variano molto a livello nazionale mentre i prezzi sono sostanzialmente stabili. A livello nazionale la spesa per un soggiorno settimanale è di 246 euro a coppia se si va in camper e di 239 euro a coppia per una vacanza in tenda. In media, il pernottamento di un adulto costa in campeggio 9,6 euro al giorno (più 3,2% rispetto al 2006), il posto tenda costa 14,9 euro (più 2,1% rispetto all’anno scorso) e il posto in camper 16 euro (più 2,5% rispetto al 2006).

APPARTAMENTI. Federconsumatori ha inoltre effettuato uno studio sperimentale sull’ospitalità delle abitazioni destinate a vacanza, "quantificabile, complessivamente, in oltre 10 milioni di posti letto, cioè una quantità pari a 2,5 volte la ricettività turistica" registrata dai dati Istat 2004. La rilevazione è stata condotta, spiega lo studio, immedesimandosi nella figura di un turista che vede le vetrine online delle agenzie immobiliari, valuta i prezzi, cerca l’alloggio in residence o campeggi che hanno appartamenti. E quanto spenderà a Ferragosto? In media, a livello nazionale, "il prezzo settimanale di locazione di un appartamento monolocale/bilocale di ridotte dimensioni, dotato di 3/4 posti letto, ammonta a 801 euro". Anche qui le differenze fra singole regioni sono significative: si passa dai 601 euro delle località balneari del Nord a 873 euro del Centro Italia a 1.019 euro del Sud e delle Isole, "dove i dati disponibili evidenziano il significativo peso – afferma l’indagine – dei complessi turistici ad elevata potenzialità ricettiva". Così in Veneto si può avere un prezzo di 524 euro nella settimana di Ferragosto. Se si va in Toscana, il prezzo arriva a 946 euro. Puglia, Basilicata e Sardegna vanno tutte oltre le 1.000 euro con la punta della Sardegna che è la più cara a 1.175 euro.

Comments are closed.