PREZZI. Firenze, stangata da 27 euro per due gelati. Adoc chiede intervento di Antitrust e Finanza

La notizia rimbalza dal Corriere della Sera. Due turisti tedeschi, Ponte Vecchio a Firenze, un cono maxi e una coppetta di gelato consumati al bancone e un conto totale di 27 euro. Oltre ai due turisti, sobbalza l’Adoc per il quale si tratta ancora di vittime di "conti gonfiati" con un rincaro pari al 260% in più del prezzo massimo previsto per l’acquisto dei due prodotti.

Commenta il presidente dell’associazione Carlo Pileri: "Episodi come quello accaduto a Firenze danneggiano sia il turista che l’immagine dell’Italia. Chiedere 27 euro per un cono e coppetta di gelato, peraltro consumati in piedi al bancone secondo quanto affermato dai due turisti, è assurdo, considerando che la spesa massima complessiva non supera in media i 7,50 euro. Occorre affrontare con la giusta attenzione questo malcostume, che arreca un danno enorme ai turisti, alla città e al Paese. Abbiamo inviato una lettera all’Ambasciatore tedesco Gerdts, esprimendo la nostra solidarietà nei confronti dei turisti tedeschi in visita in Italia. Abbiamo inoltre richiesto all’Antitrust di aprire un’indagine sui prezzi praticati ai turisti stranieri nei bar dei centri storici della più importanti città e alla Guardia di Finanza di verificare la gestione fiscale dell’esercizio coinvolto in tale episodio".

Comments are closed.