PREZZI. Gondole e taxi nel mirino della Polizia municipale di Venezia

Gondole e taxi nel mirino della Polizia municipale di Venezia. Ammontano infatti a 132 le violazioni accertate dalle forze dell’ordine nel corso delle operazioni di controllo svolte nello scorso anno e nei primi mesi del 2006. Gli operatori della Polizia si sono finti turisti e clienti per filmare gondolieri e tassisti ed hanno così accertato come talora non vengano richieste ai clienti somme non corrispondenti alle tariffe; sui taxi il tassametro in certi casi non viene avviato all’inizio della corsa o non viene reso ben visibile ai clienti, anzi talvolta viene occultato; non viene esposta la bandierina di taxi o noleggio; non vengono rispettate le turnazioni comunali del servizio.

Nel periodo dal 1 gennaio al 15 marzo 2006 la Polizia municipale ha controllato 98 gondole e 449 imbarcazioni adibite al trasporto persone (taxi, noleggio, uso privato e conto proprio), e ha effettuato 505 verifiche per il trasporto sia persone sia merci ai sensi della legge regionale 63/93. In totale ha accertato 61 violazioni a carico di titolari e/o sostituti di autorizzazione e/o licenza per trasporto persone non di linea, così suddivise: taxi e/o noleggio 51 violazioni di cui 1 per impiego errato del tassametro; gondole 10 violazioni di cui 3 per tariffario non esposto o esposto in modo non regolare. A gennaio un gondoliere è stato denunciato all’autorità giudiziaria per resistenza a pubblico ufficiale. Gli esiti degli accertamenti sono stati trasmessi alle competenti commissioni di disciplina per le sanzioni accessorie previste a carico dei conducenti trasgressori.

Comments are closed.