PREZZI. In Piemonte e Val d’Aosta sconti fino al 40% sulle medicine

Fermenti lattici a 10 euro anziché 12, antidolorifici e colliri a 5 euro anziché 7: sono solo alcuni degli sconti sui medicinali applicati da oggi da un terzo delle farmacie piemontesi e valdostane. L’iniziativa, che viene incontro ai consumatori piegati dal carovita, è di Farmagruppo, la più grande cooperativa italiana di farmacisti, nata nel Nordovest circa sei mesi fa con l’intento di lavorare uniti a favore del risparmio. Ogni mese oltre 400 farmacie delle due regioni praticheranno sconti fino al 40% su alcuni farmaci da banco, che non richiedono cioè la prescrizione medica.

"Nelle farmacie aderenti alla nostra cooperativa – afferma Giorgio Vecco, presidente di Farmagruppo che compra come un vero e proprio gruppo d’acquisto grandi quantità di medicine direttamente da 26 industrie, riversando poi il risparmio sui clienti – i cittadini potranno acquistare alcuni medicinali a prezzi ribassati. E questo accadrà ovunque, sia in città, sia nei paesi di provincia o in zone meno frequentate". "Mai come in questo caso – aggiunge Marco Cossolo, amministratore delegato – l’unione fa la forza, e il vantaggio per i cittadini è tangibile e concreto". Da quando il decreto Bersani ha permesso di vendere prodotti farmaceutici anche nei supermercati, non è la prima iniziativa del genere; mai sino ad ora, però, erano stati applicati sconti così consistenti.

Comments are closed.