PREZZI. Inflazione, Istat: ad agosto +0,2% rispetto a luglio

Nel mese di agosto 2007 l’indice nazionale dei prezzi al consumo per l’intera collettività rilevato dall’Istat è stato pari a 132,6, registrando una variazione di più 0,2 per cento rispetto al mese di luglio e una variazione di più 1,6 per cento rispetto allo stesso mese dell’anno precedente.

Nel mese preso in considerazione gli aumenti congiunturali più significativi sono stati rilevati per Ricreazione, spettacoli e cultura (più 0,7 per cento), Servizi ricettivi e di ristorazione (più 0,4 per cento) e Mobili, articoli e servizi per la casa (più 0,3 per cento); mentre gli aumenti più elevati si sono registrati nei capitoli Servizi ricettivi e di ristorazione (più 3,2 per cento), Mobili, articoli e servizi per la casa (più 2,7 per cento) e Prodotti alimentari e bevande analcoliche (più 2,4 per
cento); variazioni tendenziali negative si sono verificate nei capitoli Comunicazioni (meno 8,4 per cento) e Servizi sanitari e spese per la salute (meno 0,1 per cento).

Nell’arco degli ultimi dodici mesi, gli aumenti più marcati,si sono registrati nei Servizi ricettivi e di ristorazione (3,2 per cento), dei Mobili, arredamento e servizi per la casa (2,7 per cento) e degli
Alimentari e bevande analcoliche (2,4 per cento). Significativi aumenti hanno fatto registrare anche i prezzi delle Bevande alcoliche e dei tabacchi e quelli degli Altri beni e servizi (entrambi cresciuti del 2,3 per cento). Al contrario, prosegue la riduzione tendenziale dei prezzi del capitolo delle Comunicazioni, che negli ultimi dodici mesi sono diminuiti dell’8,4 per cento, mentre una diminuzione si registra anche per i prezzi del capitolo dei Servizi sanitari e spese per la salute che, ad agosto, sono risultati dello 0,1 per cento inferiori rispetto allo stesso mese dell’anno precedente. Sensibilmente inferiore al tasso di inflazione è risultato, infine, l’andamento dei prezzi del capitolo della Ricreazione, spettacoli e cultura che, ad agosto, sono cresciuti dell’1,0 per cento rispetto al 2006.

Per quanto riguarda i singoli prodotti il prezzo di pane e cereali, è passato dal 2,5 per cento di luglio al 2,9 per cento di agosto. In particolare, negli ultimi dodici mesi il prezzo del pane risulta aumentato del 4,2 per cento. Una lieve accelerazione del profilo tendenziale si registra anche per i prezzi della carne, il cui ritmo di crescita su base annua è salito al 2,4 per cento dal 2,3 per cento di luglio, mentre permane elevato il tasso tendenziale di crescita dei prezzi della frutta (più 6,1 per cento).

 

Comments are closed.