PREZZI. Inflazione, stima Istat: ad ottobre +0,4%

L’Istat ha stimato per il mese di ottobre un tasso di inflazione pari a 2,1 per cento. Secondo le stime gli aumenti congiunturali più significativi dell’indice per l’intera collettività si sono verificati per i capitoli Prodotti alimentari e bevande analcoliche (più 0,8 per cento), Abitazione, acqua, elettricità e combustibili, Istruzione (più 0,7 per cento per entrambi), Abbigliamento e calzature e Servizi ricettivi e di ristorazione (più 0,5 per cento per entrambi); variazioni nulle si sono verificate nei capitoli Bevande alcoliche e tabacchi e Mobili, articoli e servizi per la casa; variazioni congiunturali negative si sono registrate nei capitoli Comunicazioni (meno 0,8 per cento), Servizi sanitari e spese per la salute (meno 0,2 per cento) e Ricreazione, spettacoli e cultura (meno 0,1 per cento) Gli incrementi tendenziali più elevati si sono registrati nei capitoli Prodotti alimentari e bevande analcoliche, Trasporti (più 3,4 per cento per entrambi), Servizi ricettivi e di ristorazione (più 2,9 per cento) e Mobili, articoli e servizi per la casa (più 2,7 per cento). Una variazione tendenziale negativa si è verificata nel capitolo Comunicazioni (meno 9,9 per cento).

Comments are closed.