PREZZI. Istat: vendite al dettaglio +2,7% a febbraio

Aumentano le vendite al dettaglio nel mese di febbraio. Lo rileva l’Istituto nazionale di statistica (Istat) che ha calcolato un aumento del valore delle vendite del 2,7% in un anno e dello 0,3% rispetto a gennaio. La variazione tendenziale positiva relativa al totale delle vendite è il risultato di aumenti che hanno riguardato sia le vendite di prodotti alimentari sia le vendite di prodotti non alimentari (rispettivamente +3,6 e +1,9%). Lo rende noto L’istat in un comunicato.

L’indice destagionalizzato delle vendite al dettaglio a febbraio ha registrato una variazione positiva dello 0,3% rispetto al precedente mese di gennaio. Nel mese di febbraio 2008 la dinamica tendenziale è risultata più favorevole nella grande distribuzione rispetto alle imprese operanti su piccole superfici, sia per i prodotti alimentari (+4,0% rispetto a +2,4%), sia per i prodotti non alimentari (+3,8% rispetto a +1,5%).

Quanto alla tipologia dei prodotti venduti, oltre al forte aumento degli alimentari, cresciuti in un anno del 3,6% e del 2,6% nei primi due mesi del 2008, anche i prodotti non alimentari hanno fatto registrare variazioni tendenziali positive. Gli incrementi maggiori hanno riguardato i gruppi dei prodotti farmaceutici (+2,9%), dei prodotti di profumeria e cura della persona (+2,5%), e generi casalinghi (+2,3%). I gruppi elettrodomestici, radio, tv e videoregistratori, giocattoli, sport e campeggio hanno segnato incrementi più contenuti (+1,1% e +1,2%).

Infine, le vendite crescono in tutto il territorio. L’incremento di maggiore entità ha riguardato il Nord-est (+3,0%). Le vendite di prodotti alimentari sono aumentate soprattutto nel Nord-Est e nel Sud e isole (rispettivamente +4,5% e +4,4%). Per quanto riguarda i prodotti non alimentari l’aumento più sostenuto è stato registrato nel Nord-ovest (+3,1%) e quello di minore entità nel Sud e isole (+0,9%).

Comments are closed.