PREZZI. Lotta al carovita, a Benevento ascoltati i Consumatori

Il problema degli aumenti delle tariffe e dei costi di generi di prima necessità e libri scolastici si è fatto sentire anche nel Sannio. I responsabili provinciali del Movimento Difesa del Cittadino Francesco Luongo, della Lega consumatori Raffaele Ascione, Federconsumatori Vincenzo Mucci, hanno incontrato oggi il Presidente della Provincia Carmine Nardone per un confronto.

Nei giorni scorsi le associazionihanno lanciato una mobilitazione contro il carovita e il caroscuola nel Sannio, richiedendo alla Provincia e al Comune di Benevento un incontro con tutte le rappresentanze di consumatori, produttori e commercianti per cercare di disinnescare gli aumenti preannunciati e concordare in città ed in provincia con la grande e piccola distribuzione un pacchetto di prodotti sensibili sui quali congelare il prezzo per 6 mesi".

"La situazione è grave – sottolineaFrancesco Luongo – secondo cui stiamo assistendo anche in provincia ad una preoccupante e ingiustificata escalation dei prezzi di generi di prima necessità (latte, pane ecc.) che innescherà aumenti a catena. Oltre ai controlli e al boicottaggio dei negozi che praticano gli aumenti, Provincia e Comune devono garantire ai cittadini contribuenti una moratoria sulle tariffe delle società controllate.

Le associazioni dei consumatori hanno ricevutola comprensione del Presidente Nardone, che ha manifestato preoccupazione per gli aumenti soprattutto se effettivamente ingiustificati. Alle associazioni è stata comunicata anche la disponibilità della Provincia di Benevento convocare le parti sociali per un confronto sul tema, volontà di un confronto rapido sul problema carovita, confermata alle associazioni anche dall’Assessore provinciale alla mobilità, industria, commercio, artigianato Rosario Spatafora.

Comments are closed.