PREZZI. MSE pubblica Rapporto sul costo di cittadinanza nelle città metropolitane

Il Ministero dello Sviluppo economico ha realizzato il Rapporto 2008-2009 sul Costo di cittadinanza nelle città metropolitane, che intende individuare il costo di cittadinanza per le famiglie. Di cosa si tratta? Di un indice dei costi sostenuti dalle famiglie per usufruire di servizi pubblici essenziali, quali trasporti locali, assistenza sanitaria di prossimità, asili nido, raccolta rifiuti, fornitura di gas, elettricità e acqua; oltre al versamento dei tributi (ICI e addizionali IRPEF), variabili a seconda del luogo di residenza.

I dati 2009 evidenziano che nella media delle 14 aree metropolitane una famiglia di 2 adulti e 1 figlio, con un profilo di consumi standard, ha sostenuto un costo di cittadinanza, pari a 2.981 euro euro al netto delle imposte locali. Ci sono però andamenti diversi da città a città, con un costo minimo che si colloca circa l’8% sotto la media e, un massimo che si attesta al 20% in più della media. Tali dati inoltre, considerate anche le addizionali IRPEF regionali e comunali, variano la media elevandola ad un importo pari a 3.620 euro. Nel 2009 il costo risulta inferiore a quello del 2008, con una diminuzione frutto del ribasso delle tariffe energetiche. Il Rapporto è realizzato dalla Direzione Generale per il mercato, la concorrenza, il consumatore, la vigilanza e la normativa tecnica del Ministero in collaborazione con l’Ipi.

Comments are closed.