PREZZI. Mipaaf: SMS consumatori piace ai cittadini

243 mila cittadini hanno inviato almeno un sms per conoscere in tempo reale i prezzi all’origine, di vendita e all’ingrosso, di uno degli 84 prodotti che compongono il paniere. Oltre un milione e mezzo è il numero di "messaggini" inviati gratuitamente al 47947. E ben 141.921 sono gli sms inviati nella prima settimana di settembre. Sono i numeri del servizio "SMS consumatori" resi noti oggi dal Ministero delle Politiche agricole, alimentari e forestali. Il servizio, commenta il Mipaaf, "funziona e piace ai cittadini".

Il Ministro Luca Zaia ha accolto con soddisfazione i risultati dell’ìniziativa, realizzata dal Mipaaf con le associazione dei consumatori (Federconsumatori, Adoc, Adusbef, Codacons, Acu, Adiconsum, Movimento Consumatori, Movimento Difesa del Cittadino e Unione Nazionale Consumatori), attraverso il portale www.smsconsumatori.it. "Sono molto soddisfatto e convinto che si debba proseguire sulla strada di una maggiore e migliore informazione dei consumatori – ha detto Zaia – così che possano sempre fare scelte di acquisto consapevoli".

Sul sito internet si sono contate 14.413 visite. Smsconsumatori mette a disposizione informazioni approfondite e dove è possibile, cliccando un apposito link, permette di fare la spesa virtuale, ovvero riempire il carrello e ottenere l’indicazione di quanto si dovrebbe spendere se i prezzi medi fossero rispettati. Il borsino della spesa indica invece l’andamento dei prezzi aggiornato settimanalmente. Nella necessità delle famiglie di orientarsi fra i prezzi e con l’esigenza di garantire trasparenza nei processi di formazione del prezzo nell’agroalimentare, "informare i cittadini-consumatori, anche sui luoghi dove poter acquistare direttamente dal produttore o comprare latte alla spina, significa difendere il loro potere di acquisto da eventuali speculazioni – ha aggiunto Zaia – e aiutarli a scegliere prodotti di stagione, di buona qualità e al giusto prezzo, da portare in tavola ogni giorno".

Comments are closed.