PREZZI. Mr Prezzi e GdF: nuova stretta sui rincari

Il Garante, Antonio Lirosi, e la Guardia di Finanza hanno definito un piano operativo di controlli tra settembre e ottobre «per accompagnare da vicino il processo di formazione dei prezzi lungo la filiera del pane e della pasta», ma il lavoro di «persuasione e deterrenza» si allarga anche ad altri settori come il metano. E’ quanto deciso ieri nel corso dell’incontro tra Mr Prezzi e la Guardia di Finanza durante il quale è stato anche tracciato un bilancio sull’attività di ispezione nei mesi di luglio e agosto 2008.

In questo periodo gli interventi della GdF nell’ambito della lotta al caro vita sono stati 2.740, concentrati prevalentemente nei settori dell’alimentare, dei pubblici esercizi ed in quello dei servizi turistici. L’attività di controllo ha portato all’accertamento di 257 infrazioni amministrative. Complessivamente, gli interventi della GdF effettuati in questo ambito portano il totale dell’anno in corso a 12.840 che, confrontati con i circa 6.000 del corrispondente periodo dell’anno precedente, marcano un incremento dei controlli del 114%.

Nella stesso periodo la GdF ha avviato su richiesta del Garante e sulla base delle nuove disposizioni normative e delle segnalazioni dei cittadini, tre specifiche indagini conoscitive: una sul prezzo del burro nelle città di Reggio Calabria e Palermo, la seconda sul prezzo del pane nella provincia di Foggia e, l’ultima, a livello nazionale, sui prezzi dei servizi offerti negli stabilimenti balneari. Nel corso dell’incontro sono state esaminate le prime risultanze di questa nuova attività di indagine, da cui sono emersi interessanti elementi oggettivi di riscontro alle segnalazioni dei cittadini. Le istruttorie degli accertamenti saranno ultimate nel corso delle prossime settimane.

Comments are closed.