PREZZI. Nuovi rincari. Commentano i Consumatori

Nuovo aumento dei carburanti. Secondo Staffetta Quotidiana, il prezzo praticato oggi dai distributori Agip è di 1,34 euro (+3 centesimi) per la benzina e di 1,162 euro (+2,5 centesimi) per il gasolio. Rincari, ma più contenuti, si registrano anche presso i marchi Api/Ip, Erg, Q8 (solo per la verde), Shell, Tamoil e Total. "L’ennesima dimostrazione lampante dell’inaccettabile meccanismo speculativo di doppia velocità di adeguamento dei carburanti, pronti a scattare al rialzo non appena le quotazioni del petrolio accennano ad aumentare, ma lentissimi ad adeguarsi quando queste ultime sono in ribasso", dichiarano Rosario Trefiletti ed Elio Lannutti, Presidenti di Federconsumatori ed Adusbef che appena una settimana fa avevano apprezzato l’iniziativa dell’Agip di ridurre i prezzi in vista dell’esodo estivo, oggi rialza il prezzo della benzina alla velocità della luce.

È necessario – aggiungono Trefiletti e Lannutti – da un lato avviare dei seri controlli sulle speculazioni in atto (attualmente calcolabili in 6-7 centesimi al litro, pari ad una maggiore spesa di 84 Euro ad automobilista solo per costi diretti) e, dall’altro, agire con decisione in direzione di una completa liberalizzazione del settore, aprendo la vendita anche alla grande distribuzione, così come già avviene con successo nel resto d’Europa.

Anche CODICI ritiene i nuovi rincari una speculazione che, si legge in una nota, "costeranno caro alle famiglie italiane con esborsi non indifferenti che andranno a colpire non solo i cittadini che hanno programmato delle vacanze in automobile – ma anche a tutti coloro che, non potendo permettersi una vacanza, sceglieranno di trascorrere delle giornate al mare. Siamo di fronte ad una vera e propria speculazione a danno dei cittadini che guarda caso arriva ogni anno nei mesi di luglio e agosto a ridosso dell’esodo estivo".

Comments are closed.