PREZZI. Pasqua, Codacons: sale la spesa, 210 euro a famiglia per il pranzo

Stessa quantità di cibo, prezzi più elevati, e meno uova di Pasqua sulle tavole degli italiani, che per il pranzo pasquale spenderanno in media 210 euro, 15 euro in più rispetto allo scorso anno. Le stime sono del Codacons, che da un’indagine sulla grande e piccola distribuzione delle città italiane evidenzia l’andamento dei prezzi: tutti all’insù ad eccezione delle uova di cioccolato medie di marca, il cui prezzo rimane stabile intorno ai 9,70 euro. Aumentano invece i prezzi delle colombe, della carne, dei salumi, dei formaggi, e degli altri prodotti alimentari classici.

Così, una colomba di marca aumenta di circa l’1,8% rispetto allo scorso anno, una non di marca addirittura del 5,9%; un kg di agnello costa l’1,9% in più rispetto allo scorso anno, la pizza pasquale al formaggio segna un più 6,1%, mentre i carciofi romani aumentano del 5,8% e la pastiera dello 0,8%.

"La spesa per il pranzo di Pasqua si aggirerà attorno ai 210 euro a famiglia – afferma il presidente Codacons, Carlo Rienzi – e quantitativamente gli acquisti alimentari saranno in linea con quelli dello scorso anno. Tuttavia a causa degli aumenti che hanno colpito l’intero settore alimentare, per il pranzo pasquale ogni famiglia spenderà circa 15 euro in più rispetto al 2009. In controtendenza rispetto agli scorsi anni, infine, diminuisce il numero di uova di Pasqua acquistate dalle famiglie. Se fino allo scorso anno ogni famiglia acquistava in media 5 uova di Pasqua e 3 colombe, nel 2010 il numero di uova di cioccolato acquistate scenderà a 4".

Comments are closed.