PREZZI. Più casa, meno mutuo? A Milano Banca Macquarie Italia presenta nuova opzione

Una nuova opzione della Banca Macquarie Italia consente di effettuare rimborsi anticipati sul capitale chiesto per l’acquisto della casa ottenendo la riduzione della durata e il risparmio sugli interessi. La filiale italiana del gruppo bancario di origine australiana specializzato in servizi finanziari e di investimento, ha presentato oggi a Milano l’Opzione Macquarie, che permette di effettuare rimborsi anticipati di capitale sui mutui erogati per l’acquisto della casa per consentire alle famiglie la gestione attiva del rimborso.

L’Opzione promette infatti di innovare la categoria "mutuo" facendolo diventare uno strumento finanziario evoluto grazie alla riduzione temporale del mutuo stesso che consentirà di risparmiare sugli interessi minimizzando il costo del credito. I risultati di diverse ricerche di mercato effettuate presso gli utenti finali avrebbero evidenziato infatti che emerge l’esigenza di poter contare su forme di finanziamento "modulabili", capaci di offrire soluzioni avanzate rispetto al tradizionale
mutuo.

"Ci siamo resi conto che era necessario individuare soluzioni in grado di rispondere sia alla domanda di risparmio sia a quella di consumo", spiega Adrian Hill, direttore generale di Macquarie Bank Italia, "la risposta a questi bisogni è l’Opzione Macquarie che consente al cliente di effettuare versamenti di capitale anche minimi per ridurre la durata del mutuo e risparmiare sugli interessi, ma con la possibilità di riottenere tali importi alle stesse condizioni del mutuo in caso di ulteriori esigenze finanziarie".

Ma quali sono le caratteristiche dell’Opzione Macquarie e in cosa si distingue dal tradizionale mutuo offerto dagli altri Istituti di credito?

"La nostra offerta ha due elementi caratterizzanti", continua Hill "il rimborso anticipato di capitale che, senza costi aggiuntivi, consente di effettuare rimborsi anticipati (fino al 20% nei primi cinque anni di durata, complessivamente fino al 40% dal sesto anno in poi), rispetto al tradizionale piano di ammortamento, riducendo la durata del mutuo e l’importo della data di rimborso. Inoltre consente al cliente di ottenere, se lo desidera, un rifinanziamento per un importo pari al capitale rimborsato e alle stesse condizioni del mutuo in essere".

Il risparmio sugli interessi, secondo gli esperti di Macquarie, può essere quantificato nella misura del 10%. "Prendiamo per esempio un mutuo di 100 mila euro, con durata 30 anni a un tasso variabile del 4,30%. Se si ipotizza un rimborso anticipato di 10 mila euro al quinto anno di durata si ottiene un risparmio sugli interessi complessivi pari a 10.398 euro e la riduzione di 20 mesi della durata iniziale del mutuo", conclude Hill ricordando che se il cliente dovesse aver bisogno di altro capitale può riprendersi la quota rimborsata alle stesse condizioni del mutuo inizialmente sottoscritto.

 

 

Comments are closed.