PREZZI. Progetto SMS Consumatori, Confesercenti: “Un’azione demagogica”

"Un’azione demagogica che crea inutili contrasti senza risolvere i problemi". Così il presidente della Confesercenti, Marco Venturi, ha definito "SMS Consumatori", il progetto del Ministero delle Politiche Agricole e Forestali, in accordo con IntesaConsumatori. L’iniziativa prevede che al consumatore, che invia un SMS completamente gratuito con il solo nome del prodotto ortofrutticolo d’interesse, riceva all’istante tutte le informazioni sulla filiera dei prezzi.
"Comunicare il prezzo medio – spiega il presidente – non significa nulla e non accerta quale sia il prezzo giusto finale che i consumatori possono pagare con tranquillità al commerciante.’ ‘Il prezzo finale che troviamo sui banchi dell’ortofrutta è il risultato di una serie di fattori: non tutti i servizi hanno gli stessi costi di gestione, l’occupazione del suolo pubblico è diversa ed inoltre è necessario un confronto tra tutti i livelli di produzione a partire dal prezzo all’ingrosso".

"Infine crea perplessità il fatto – conclude Venturi – che l’Ismea riportava, fino al 2005, la composizione del prezzo all’interno della filiera. E i dati raccolti dimostravano che quest’ultima era suddivisa all’incirca in quote uguali (un terzo ciascuna) per le tre fasi della produzione, ingrosso e dettaglio relative al settore degli ortaggi, mentre per il settore frutticolo era pari al 40% circa per le prime due e al 20% circa per il dettaglio".

Comments are closed.