PREZZI. Pronto intervento idraulico, Altroconsumo: ‘danno’ al portafoglio (dei consumatori)

Duecentoquaranta euro per un guasto che non c’è. Un intervento di pochi minuti e il portafogli dell’idraulico si gonfia a differenza di quello del malcapitato consumatore. E’ un’indagine di Altroconsumo a mettere in luce il fenomeno. L’Associazione ha "testato" 30 idraulici di Milano, Roma e Napoli: Risultato: in sette non si sono presentati. Degli altri ventuno: nove hanno chiesto più di 80 euro, cinque oltre 110 euro. A Milano in tre hanno voluto 240 euro. E due di questi, inizialmente, avevano preteso anche di più: 288 e 300 euro. Solo dopo una richiesta di sconto la cifra è scesa a 240 euro.

Considerando ogni aspetto, l’urgenza, l’uscita, all’incirca un’ora di mano d’opera (calcolata sulle stime della Camera di Commercio di Milano) e l’Iva, il prezzo massimo da pagare per questo intervento era 80 euro: in realtà, siamo arrivati a spenderne anche il triplo. È successo a Milano. La differenza in genere sta nel costo della manodopera.

Per fortuna esistono professionisti che chiedono tariffe oneste: "A Napoli i cinque idraulici che siamo riusciti a contattare – spiega una nota dell’Associazione – ci hanno fatto spendere dai 25 ai 60 euro. Anche qui, però, i problemi non sono mancati: solo due degli idraulici napoletani hanno rilasciato la fattura".

Per giustificare la spesa elevata è stato cambiato un pezzo anche se non serviva. A Milano sette volte su dieci è stato cambiato il flessibile del bagno, in altri due casi, a Roma e a Napoli, sono stati sostituiti altri pezzi della rubinetteria. Noi avevamo solo allentato il dado, che bisogno c’era di fare altri interventi? E poi, a Milano, la casa in cui abbiamo realizzato l’inchiesta era sempre la stessa: questo significa che gli idraulici hanno cambiato un flessibile appena sostituito da un collega il giorno precedente o il giorno stesso. Era già rotto? Comunque, questo ricambio costa al massimo cinque euro: cifra che non giustifica i prezzi smodati che molti ci hanno chiesto.

Comments are closed.