PREZZI. Quattroruote: diesel, a chi non conviene più

Conviene ancora acquistare un’auto diesel, con il prezzo di un litro di gasolio che si sta avvicinando sempre più a quello della benzina? Nel numero di febbraio, "Quattroruote" dimostra che, soprattutto se si è intenzionati a comperare una macchina piccola o una media, il confronto dei costi chilometrici e degli altri aspetti economici fa di nuovo pendere l’ago della bilancia verso le motorizzazioni a benzina.

A congiurare, infatti, è anche il maggior prezzo di listino delle versioni diesel, destinato ad aumentare per i costi aggiuntivi derivanti dalle future normative Euro 5 ed Euro 6. Nel bilancio economico è importante pure il valore residuo delle auto a gasolio usate, valore che sta erodendosi per le limitazioni alla circolazione imposte da un numero crescente di amministrazioni locali, che, a parità d’anzianità delle vetture, colpiscono maggiormente i modelli a gasolio. Si arriva al paradosso dell’Europa e dello Stato italiano che incentivano l’acquisto di tutte le diesel Euro 4 in virtù delle loro ridotte emissioni di CO2 e dei Comuni, che bloccano poi queste stesse diesel Euro 4 se non sono equipaggiate col filtro antiparticolato.

I vantaggi delle diesel in termini di consumi e di piacevolezza di guida si stanno riducendo con l’arrivo della nuova generazione di piccoli motori turbo a benzina. Ecco perché "Quattroruote" prevede un rapido calo della quota di mercato delle diesel: già nel 2007 si è scesi dal 58 al 55 per cento, nel 2008 si potrebbe scendere sotto quota 50 per cento.

Comments are closed.