PREZZI. Roma, l’acqua costerà più cara. Aumenti in vista per tariffa idrica

Aumenti in vista nella Capitale per la tariffa idrica. Acea Ato2 ha chiesto al Comune di Roma di poter aumentare le tariffe, in base all’adeguamento previsto dalla legge Galli. La risposta è arrivata dall”assessore ai Lavori Pubblici del Comune di Roma, Fabrizio Ghera, che ha chiesto alla società di provvedere alla diversificazione delle tariffe tra fasce ad uso domestico e non domestico. Lo riferisce in una nota il Comune di Roma.

Per il Campidoglio questa modifica consentirà "una maggiore attenzione ed un attento uso di una risorsa così preziosa e fondamentale come l’acqua, evitando inutili sprechi ed usi non corretti e, soprattutto, andando a incidere sulle fasce di eccedenza più alte per l’uso non residenziale".
Per le famiglie di fascia debole il Comune ha chiesto ad Acea una agevolazione ma a rimetterci potrebbero essere le piccole aziende, le famiglia di fascia sociale media, magari monoreddito, e i singles.

"Diversificare le tariffe – ha spiegato Ghera – significa intervenire a favore dei consumatori, non solo per tutelare gli utenti ma anche per contribuire allo sviluppo dell’azienda in materia di servizi di gestione".

Comments are closed.