PREZZI. San Valentino, UNC: quest’anno costerà 60 euro a testa

Mazzi di fiori, cioccolatini, gioielli e peluche. Anche quest’anno gli innamorati si scambieranno milioni di regali in occasione della giornata di San Valentino, una delle feste più "commerciali", dopo Natale e Pasqua. Il giro d’affari stimato è di circa 1.200 milioni di euro, che alleggerirà ulteriormente i portafogli degli italiani. Nonostante il caro prezzi delle famiglie, anche nel 2008 sarà immancabile un pensierino per il proprio partner, con una spesa media pro capite di 60 euro. Lo rende noto l’Unione Nazionale Consumatori, secondo cui si registrano aumenti dal 30 al 52% rispetto al 2007.

"Al cuore non si comanda -dichiara l’UNC– se si stima che un italiano su tre non rinuncerà a regalare al proprio innamorato cioccolatini (+30% rispetto al 2007), peluche (+52% rispetto al 2007) e fiori (+30% rispetto al 2007)". "Questa e altre ricorrenze, come la festa della Donna o quella del Papà, -prosegue lìassociazione – sono state più che altro inventate per alimentare il giro di affari della produzione e del commercio. In sostanza -conclude la nota dell’associazione- è stato introdotto, non si sa bene da chi, una specie di "dovere civico" artificioso che, sfruttando i sentimenti, induce le persone a non sottrarsi a una spesa per evitare una brutta figura".

 

 

Comments are closed.