PREZZI. Scajola: “Tenere sotto controllo i prezzi”. Adiconsum: “Sostenere le famiglie”

"La lieve ripresa dei prezzi in agosto (+0.2% su base annua) conferma i sintomi di ripresa dell’economia e allontana i rischi di deflazione. La leggera diminuzione dei consumi in giugno (-0,8% su base annua) indica invece una sostanziale tenuta degli acquisti delle famiglie, che si stanno orientando verso la grande distribuzione (+0,3%) alla ricerca di prezzi più convenienti, sconti e promozioni".

E’ questo il commento ai dati Istat del Ministro dello Sviluppo economico Claudio Scajola, a margine di una conferenza stampa a Pretoria, in Sud Africa, dove il Ministro si trova in visita di Stato. "E’ ora necessario – ha proseguito il Ministro – tenere sotto controllo i prezzi, per evitare nei prossimi mesi fiammate inflazionistiche: a ciò sono finalizzate le indagini del Garante dei Prezzi sulle imprese petrolifere e di telecomunicazioni".

"Parallelamente – aggiunge Scajola – occorre rafforzare la domanda, gli investimenti delle imprese e i consumi delle famiglie: i provvedimenti del Governo, dal rifinanziamento della Cassa integrazione alla detassazione degli utili reinvestiti, dagli incentivi agli acquisti ecologici di auto e motocicli fino al Piano Casa voluto dal Presidente Berlusconi, vanno esattamente in questa direzione".

Anche Adiconsum è preoccupata per un’eventuale ondata inflattiva. "Gli odierni dati – si legge in un comunicato dell’Associazione dei consumatori – anche se provvisori, dell’inflazione rilevata ad agosto mostrano come i consumi delle famiglie non siano ripartiti e come la crisi non sia affatto finita e come invece si vada allargando la forbice tra chi è più ricco e chi è più povero. La situazione inflattiva rende non più rinviabile il varo di norme da parte del Governo insieme con il sistema bancario e con il sistema delle utility (energetico) utili a sostenere i redditi delle famiglie in difficoltà per rilanciare i consumi, in un momento in cui l’inflazione risulta essere ancora sotto controllo".

Per questo Adiconsum ha scritto all’Abi e all’Autorità per l’energia chiedendo misure per venire incontro a quelle famiglie in difficoltà nel pagamento delle rate del mutuo e delle bollette di luce e gas.

Comments are closed.