PREZZI. Se cala il greggio scendono anche i prezzi di benzina e gasolio. Dati Unione Petrolifera

Dal picco di luglio il Brent è sceso vertiginosamente, passando dai 144 dollari al barile ai 39,97 del 19 dicembre. Oggi il Brent è risalito di circa 7 centesimi al litro, toccando i 48,64 dollari al barile. Sono dati dell’Unione Petrolifera, che ha pubblicato la sua analisi congiunturale dei mercati petroliferi, sfatando la tesi di una presunta lentezza nel recepimento dei ribassi e di una rapidità negli aumenti.

Per quanto riguarda le quotazioni dei prodotti scambiati a livello internazionale (Platts):

  • la benzina nel periodo 16 luglio-19 dicembre 2008 è diminuita di circa 33 centesimi euro/litro, mentre dal 19 dicembre ad oggi è aumentata di circa 7 centesimi;
  • il gasolio nel periodo 16 luglio-19 dicembre 2008 è diminuito di circa 40 centesimi euro/litro, mentre dal 19 dicembre ad oggi è aumentato di 7 centesimi.

Per quanto riguarda l’andamento dei prezzi interni:

  • il prezzo industriale della benzina (al netto delle tasse) nel periodo 16 luglio-19 dicembre 2008 è diminuito di circa 37 centesimi euro/litro, mentre dal 19 dicembre ad oggi di 0,7 centesimi, non recependo l’aumento registrato a livello internazionale. Il prezzo al consumo (comprensivo delle tasse) nei due periodi è invece sceso, rispettivamente, di 44 e 0,8 centesimi euro/litro;
  • il prezzo industriale del gasolio (al netto delle tasse) nel periodo 16 luglio-19 dicembre 2008 è diminuito di 40 centesimi euro/litro, mentre dal 19 dicembre ad oggi di 1,5 centesimi, non recependo l’aumento registrato a livello internazionale. Il prezzo al consumo (comprensivo delle tasse) nei due periodi è invece sceso, rispettivamente, di 48 e 1,7 centesimi euro/litro.

Comments are closed.