PREZZI. Servizi balneari tra aumenti e novità

Gli aumenti che attendono italiani e turisti sotto gli ombrelloni, quest’anno, sono piuttosto contenuti, in compenso ci sono numerose novità. E’ quanto emerge dal monitoraggio sui costi dei servizi balneari svolto, come di consueto, dall’Osservatorio Nazionale Federconsumatori. Gli aumenti (+6% sul costo dell’ingresso e +7% su quello dei lettini) sono conseguenza delle novità che i tutisti troveranno in riva al mare: lettini super-accessoriati, con specchi abbronzanti o formato matrimoniale; per i maniaci di internet e dei social network vi sarà la possibilità di navigare in rete ed aggiornare il proprio profilo in riva al mare; per i più sportivi vi sono stabilimenti con palestre sulla spiaggia; infine, per i genitori che cercano un po’ di relax, in molti lidi balneari è disponibile un servizio di miniclub.

Le buone notizie, invece, riguardano la diminuzione dei costi relativi alle cabine, sempre meno usate; rimangono stabili gli abbonamenti giornaliero e stagionale, mentre diminuisce lievemente quello mensile.

Nell’ambito delle novità non mancano le iniziative per incentivare le presenze negli stabilimenti, a partire dalle offerte per l’happy hour, cioè prezzi scontati (fino al 50%) dopo un determinato orario (in genere dopo le 14:00-15:00); riduzioni per gli over 60; tagliandi e coupon presso bar o gelaterie da presentare allo stabilimento per ottenere degli sconti/ingressi omaggio, gemellaggi con discoteche e locali.

Federconsumatori ricorda ai turisti che chi è di passaggio non è in alcun modo tenuto a pagare l’ingresso agli stabilimenti, anzi, invitiamo gli utenti ai quali venga richiesto, di opporsi al pagamento e di segnalarlo presso le nostre sedi.

PDF: La Tabella

Comments are closed.