PREZZI. Skipass sempre più cari, Altroconsumo denuncia aumenti del 2,7% rispetto al 2009

La neve sta imbiancando tutta Italia ed è già tempo di sci. Ma quest’anno, per accedere alle piste, bisogna mettere in conto aumenti del 2,7% rispetto allo scorso anno. Lo denuncia Altroconsumo che ha analizzato i prezzi in 38 comprensori delle principali stazioni sciistiche italiane degli skipass giornalieri e di quelli per 5 giorni consecutivi. In cima alla classifica degli aumenti ci sono le località del Friuli e del Trentino: nel primo caso l’aumento rispetto al 2009 è stato superiore al 4% per i biglietti giornalieri e di oltre il 6% per lo skipass; in Trentino si supera mediamente il 7%. In Valle d’Aosta si registrano aumenti dal 2,5 al 3,3%; in Lombardia dal 2,2 al 3,3%, in Veneto dall’1,7 al 4,3%. Nella zona degli Appennini gli aumenti sono risultati inferiori al tasso d’inflazione, che per tutto il 2010 si è mantenuto al di sotto del 2%. Solo in Piemonte i prezzi sono rimasti invariati rispetto all’anno scorso.

Comments are closed.