PREZZI. Torino, nei bar aumenti vietati nelle serate con spettacolo. Il commento di Federconsumatori

I gestori dei bar di Torino non potranno più aumentare i prezzi del proprio menù nelle serate di spettacolo, né imporre il pagamento di un biglietto. A deciderlo un’ordinanza dell’assessore comunale al Commercio Alessandro Altamura che regola il settore. I bar saranno sollevati dall’obbligo di richiesta di autorizzazioni per l’organizzazione di piccoli intrattenimenti musicali senza ballo (resta tuttavia invariato l’obbligo di pagamento della tassa Siae), ma non potranno sfruttare i miniconcerti o comunque la musica per appesantire i conti dei clienti.

Per i locali si tratta di una piccola rivoluzione che aumenterà l’attrattiva delle serate in città, fatto salvo il rispetto delle vigenti disposizioni in materia di sicurezza, prevenzioni incendi e inquinamento acustico. Soddisfatti i consumatori. Per Giovanni Dei Giudici, responsabile di Federconsumatori Torino "si tratta di un’ordinanza condivisibile sia perché renderà più dinamica la città sia perché vieta l’aumento dei prezzi". "Tuttavia bisogna stare attenti – avverte -: affinché i locali non si trasformino in sale da ballo con annesso disturbo alla quiete pubblica, bisognerà garantire adeguati controlli".

 

Comments are closed.