PREZZI. Trenta prodotti a prezzi bloccati. Iniziativa della Prefettura di Asti

Un paniere di 30 prodotti di largo consumo e qualità garantita salverà le tasche degli italiani. Per il momento salverà le tasche dei cittadini di Asti, la cui Prefettura ha sottoscritto un protocollo di intesa per il controllo dei prezzi di beni di prima necessità con la Camera di Commercio, il Comune capoluogo, le associazioni di categoria dei commercianti, della piccola e media distribuzione locale e dei consumatori, le organizzazioni sindacali e le cassa di Risparmio.

Promossa inoltre l’iniziativa, unica nel suo genere in Piemonte, denominata ‘Il Salvatasche – Fare la spesa non pesa" per incentivare i consumi intelligenti in un periodo di forte crisi e di difficoltà economiche e sociali che si ripercuotono principalmente sulle fasce più deboli. Il progetto prevede la costituzione di un paniere di 30 prodotti di largo consumo, di qualità garantita italiana e ove possibile locale, in commercio già dallo scorso 10 gennaio negli esercizi aderenti, a prezzo bloccato per un periodo di sei mesi.

L’iniziativa ha suscitato vivo interesse nell’opinione pubblica, grazie anche all’apporto della Cassa di Risparmio di Asti che si è occupata della campagna promozionale con la realizzazione del logo e la stampa di volantini e manifesti. Inoltre, da un’analisi dei costi per l’istruzione per i mesi di settembre e ottobre 2008, si sono rilevati significativi aumenti che hanno indotto l’Ufficio Scolastico Provinciale di Asti a chiedere di inserire nel paniere a prezzi bloccati un pacchetto di prodotti di cancelleria e cartolibreria d’uso comune nella scuola, per il prossimo anno scolastico.

Comments are closed.