PREZZI. UE: nel 2009 in giù i prezzi delle auto, in sù quelli di manutenzione e ricambi

Nel 2009 i prezzi delle automobili sono diminuiti dello 0,6% in tutta l’Unione Europea. A fronte di un aumento dell’1,7% dei prezzi al consumo complessivi, infatti, i prezzi delle automobili sono aumentati soltanto dell’1,1%. In particolare, i prezzi reali pagati dai consumatori sono scesi in 24 Stati membri; nei Paesi Bassi sono rimasti stabili, mentre sono aumentati nel Regno Unito (+7,7%) e in Svezia (+2,7%). Ma gli acquirenti di automobili in questi 2 ultimi paesi hanno tratto vantaggio da un calo straordinario dei prezzi ( 9,7% e -5,0%, rispettivamente) registrato nel 2008.

La diminuzione dei prezzi reali è stata particolarmente marcata in Slovenia (-13,4%), Lituania (-11,1%), Slovacchia (-11,0%), Romania (-10,1%), Repubblica ceca (-9,4%), Malta (-9,2%) e Bulgaria (-9,1%). Sui grandi mercati, i prezzi reali sono scesi soprattutto in Spagna ( 4,7%), mentre in Italia, Germania e Francia le riduzioni di prezzo sono state più modeste (rispettivamente, -1,1%, -1,0% e -0,6%).

In generale, il calo dei prezzi reali delle auto in tutta l’UE conferma una tendenza dei prezzi a lungo termine favorevole ai consumatori, dovuta alla sovraccapacità di produzione complessiva e alla forte concorrenza tra costruttori automobilistici.

E’ quanto emerge dall’ultima relazione della Commissione europea sui prezzi delle automobili. La relativa stabilità dei prezzi delle auto nel 2009 è in gran parte dovuta alle sovvenzioni statali, ai prestiti ed agli incentivi all’acquisto di auto nuove adottati da molti paesi per attenuare gli effetti della recessione economica.

La relazione evidenzia, inoltre, un aumento, ben al di sopra dell’inflazione, dei prezzi dei servizi di riparazione e di manutenzione e quelli dei pezzi di ricambio. Questo dato conferma la necessità di regole di concorrenza più rigorose, adottate per questo settore a partire dal 1° giugno.

"Sono molto lieto di constatare che i consumatori europei continuano a trarre beneficio dalla forte concorrenza esistente sui mercati della vendita di automobili – ha dichiarato Joaquín Almunia, Vicepresidente della Commissione responsabile della politica di concorrenza – Al tempo stesso, sono scoraggiato nel vedere che i prezzi dei servizi di riparazione e dei pezzi di ricambio hanno continuato ad aumentare durante la recessione economica. Questo – ha concluso Almunia – dimostra che favorire una maggiore concorrenza sul mercato dei servizi post-vendita era la giusta scelta, che dovrebbe spianare la strada a servizi più efficienti a vantaggio dei consumatori europei". La relazione sui prezzi delle automobili rientra nell’opera di controllo della Commissione nel settore degli autoveicoli. La relazione permette ai consumatori di confrontare i prezzi delle auto in tutta Europa e di trarre vantaggio dalle opportunità del mercato unico UE.

Comments are closed.