PREZZI. UNC: una speculazione i rincari dovuti al freddo

Qualsiasi rincaro della frutta dovuto al freddo sarebbe una pura speculazione poichè in questo periodo la frutta non sta sugli alberi ma in magazzino, tranne gli agrumi che peraltro sono stati colti o sono già maturi, mentre le poche primizie vengono per lo più dall’estero o sono quasi tutte di serra. E’ quanto sostiene l’Unione Nazionale Consumatori secondo la quale le dichiarazioni della Confederazione italiana dell’agricoltura non solo sono del tutto scriteriate, ma anche un invito agli speculatori e a chi non ha aumentato i prezzi.

Secondo l’associazione di consumatori anche gli ortaggi sono tipicamente invernali e sopportano bene il freddo, peraltro non eccessivo, mentre altri sono d’importazione o di serra, anzi molti vengono ormai dall’Africa, ove notoriamente non fa freddo. "Non ci si prenda per il naso alzando i prezzi delle mele o delle pere con la scusa del freddo -dice Massimiliano Dona, Segretario generale dell’Unione Consumatori- e poi siamo stufi di tutti questi allarmismi sui prezzi che fanno soltanto gli interessi dei commercianti".

Comments are closed.