PREZZI. Volano i carburanti, Consumatori: applicare misure del protocollo

Carburanti ancora al rialzo, con la benzina che ormai supera 1,44 euro al litro e il diesel che varca la soglia di 1,28 euro al litro. Dopo gli aumenti di venerdì di Agip, tutte le altre compagnie adeguano al rialzo i listini. Dal monitoraggio di quotidianoenergia.it, risulta infatti che "a varcare la soglia è Q8 che con un aumento di 0,5 centesimi è andata a 1,442 euro/litro. La compagnia è intervenuta allo stesso modo sul diesel, salito così a 1,287 euro/litro. Api-IP hanno aumentato di 0,5 centesimi verde e diesel portando i prezzi di riferimento, rispettivamente, a 1,438 e 1,281 euro/litro. Erg ha rialzato di 0,5 centesimi la benzina, fino a 1,433 euro/litro, e di 1 centesimo il diesel, a 1,279 euro/litro. Esso è intervenuta con +0,5 centesimi su entrambi i prodotti, andando a 1,434 euro/litro sulla benzina e a 1,276 euro/litro sul diesel. Shell ha ritoccato all’insù di 0,5 centesimi il solo diesel, a 1,284 euro/litro. Infine Tamoil e Total hanno ritoccato la benzina di 0,5 centesimi portandola, rispettivamente, a 1,436 e 1,439 euro/litro".

La continua rincorsa continua a preoccupare le associazioni dei consumatori. Federconsumatori e Adusbef rivedono al rialzo le ripercussioni sulle tasche delle famiglie: ormai si parla di una ricaduta di 288 euro annuali fra costi diretti e indiretti. "Così non si può andare avanti, i costi per gli automobilisti stanno diventando insostenibili – affermano – Con la benzina a questi livelli, infatti, i maggiori esborsi previsti per gli automobilisti nel 2010 hanno superato la stima di 254 euro annui fatta dall’Osservatorio Nazionale Federconsumatori. Alla luce sei nuovi rincari, infatti, le stime vanno corrette ulteriormente al rialzo: +24 euro per costi diretti e +10 euro per costi indiretti, per un totale di ben 288 euro annui".

Per le associazioni è fondamentale intervenire con l’applicazione dell’accisa mobile e con l’avvio congiunto di almeno due misure previste dal protocollo sottoscritto con i petrolieri: "Ci riferiamo in particolare a due misure, – hanno commentato Rosario Trefiletti ed Elio Lannutti, presidenti Federconsumatori e Adusbef – il blocco settimanale dei rincari e la costituzione dell’Osservatorio istituzionale sulla doppia velocità, che, se realizzate parallelamente, costituiranno un prezioso strumento per abbattere i prezzi e combattere le speculazioni".

Comments are closed.