PRIVACY. A giugno passaporti biometrici per 30 paesi. L’Ue discute le nuove regole

Dal 29 giugno 2009 i cittadini di 30 paesi europei, i 27 dell’Unione più Norvegia, Svizzera e Islanda, avranno il passaporto biometrico, che sarà obbligatorio per recarsi fuori dallo spazio Schengen. In sostanza sul documento ci sarà un microchip speciale che conterrà anche l’impronta digitale della persona.

Il Parlamento Ue sta discutendo in queste ore su quali saranno le misure da prendere per la protezione dei bambini che viaggiano da soli che, secondo "Child focus" – Fondazione in difesa dei bambini scomparsi e sfruttati sessualmente, sono i soggetti più a rischio di sequestri di persona. Per rendere più facile la loro identificazione, la commissione parlamentare LIBE (libertà civile, giustizia e affari interni) sostiene il principio di "una persona, un passaporto", dunque passaporto separato per i propri figli. Tale principio dovrebbe entrare in vigore in tutti gli Stati membri già nel 2012. Probabilmente ai minori di dodici anni non sarà invece applicato l’obbligo delle impronte digitali. Infatti è stato dimostrata la non affidabilità delle impronte digitali dei bambini al di sotto dei sei anni.

Comments are closed.