PRIVACY. Garante Europeo propone più protezione dei bambini in internet

Il Garante Europeo per la Protezione dei dati ha adottato oggi una proposta, presentata dalla Commissione Ue a febbraio 2008, che istituisce un programma comunitario pluriennale per proteggere i bambini dall’utilizzo di internet e di altre tecnologie di comunicazione. "Una protezione appropriata delle informazioni personali relative ai bambini è un passo indispensabile per assicurare la sicurezza della rete" ha spiegato il Garante Europeo Peter Hustinx. "Ogni sorveglianza, comunque, deve avvenire unicamente nel rispetto dei diritti fondamentali di tutte le persone coinvolte". Le osservazioni del Garante sono le seguenti:

  • le autorità competenti in materia di protezione dei dati giocano un ruolo decisivo nella protezione dei minori in internet. Questo dovrà essere tenuto in conto nell’attuazione del programma pluriennale;
  • tutto il sistema di notifica che sarà messo in atto per individuare i contenuti illegali o pregiudizievoli messi in rete deve far riferimento al quadro attuale in materia di protezione dei dati. Le garanzie legate alla supervisione del sistema, assicurate dalle autorità, sono gli elementi determinanti per conformarsi a questo quadro;
  • gli strumenti di filtraggio o di blocco che controllano l’accesso ai siti devono essere utilizzati con prudenza, tenendo conto dei loro effetti indesiderati potenziali, come il blocco di un’informazione legittima, e considerando le possibilità offerte dalle nuove tecnologie per migliorare la vita privata;
  • le industrie devono essere incoraggiate a sviluppare le pratiche migliori.

L’avviso del Garante Europeo è disponibile cliccando qui

Comments are closed.