PRIVACY. Relazione annuale: i numeri dell’attività 2007

Abbiamo cercato di essere una Autorità in movimento, aperta al cambiamento, attenta a trovare sempre, in modo pragmatico, il giusto punto di equilibrio tra salvaguardia di diritti dei cittadini e promozione di una società più libera e più sicura. Così il Presidente del Garante per la Protezione dei dati personali nella Relazione Annuale. Ed infatti i dati dell’attività del 2007 parlano di una Autorità che è cambiata rispetto al 2006 concentrandosi soprattutto su provvedimenti relativi a grandi settori della vita sociale e sull’attività delle banche dati pubbliche e private.

Le cifre nel dettaglio:

  • I provvedimenti collegiali adottati nel 2007 sono stati circa 500;
  • I ricorsi sono diminuiti passando dai 435 del 2006 ai 316 del 2007 segno che aumenta il rispetto della legge da parte dei cittadini, imprese, istituzioni e che molte controversie si compongono spontaneamente o trovano sbocco davanti al giudice ordinario;
  • rilevante incremento si è registrato nelle risposte a segnalazioni e reclami passate dalle 2717 del 2006 alle 3078 del 2007;
  • Il Collegio ha reso 16 pareri al Governo e al Parlamento dei quali 8 in materia di banche date e di informatizzazione della PA. Diciotto i pareri sui regolamenti adottati da enti pubblici relativi al trattamento di dati sensibili o giudiziari;
  • Le ispezioni effettuate sono cresciute da 350 a 452 con un aumento del 30% rispetto al 2006 registrando un incremento in linea con gli obiettivi che l’Autorità si è posta negli ultimi anni. I controlli hanno riguardato, in particolare, operatori telefonici, call center, società farmaceutiche, anagrafe tributaria, strutture sanitarie, istituti di credito, sistemi di videosorveglianza;
  • Le violazioni amministrative contestate sono passate da 158 nel 2006 alle 228 del 2007.
  • I proventi riscossi a titolo di pagamento delle sanzioni ammontano a 814.625 euro e a 185.000 euro quelli pagati per estinguere il reato in materia di misure di sicurezza;
  • Sono state approvate numerose Linee guida per specifici settori: la "Guida pratica e misure di semplificazione per le piccole imprese"; le Linee guida sul rapporto di lavoro privato e pubblico; quelle sui rapporti con la clientela in ambito bancario e quelle sulla pubblicazione e diffusione di atti e documenti di enti locali. Presto verranno adottate linee guida sul trattamento dati nell’ambito delle sperimentazioni cliniche di medicinali.

 

Comments are closed.