PRIVACY. Stop del Garante a pubblicità indesiderata via fax

Nuovo divieto del Garante Privacy sulla pubblicità indesiderata. Questa volta tocca a quella inviata via fax: dall’inizio del 2009 sono oltre 500 le segnalazioni già pervenute al Garante da cittadini e imprese che denunciano questa tecnica di spam. Il Garante ha ancora una volta ribadito che "l’uso di sistemi automatizzati per inviare messaggi promozionali, come è il fax (ma il discorso vale anche per sms, mms, e-mail, etc.) impone la preventiva acquisizione del consenso informato e specifico da parte dei destinatari, anche quando si tratti di dati estratti da elenchi categorici o da albi".

Pratica comune a molte aziende è quella di utilizzare, per gli invii, nominativi estratti da elenchi telefonici "categorici" pubblici (come Pagine Gialle o Pagine Utili). Questo consentirebbe, ad avviso delle imprese, di poter liberamente disporre di quei numeri per comunicazioni promozionali. Ma il Garante ha ribadito che questo non è lecito.

Comments are closed.